Una città smart sa ascoltare e aprirsi alle novità

Home Città e Territori Una città smart sa ascoltare e aprirsi alle novità

Ascolto come metodo e nuove tecnologie come strumenti. Queste le chiavi di una città smart secondo Flavia Marzano, Presidente dell’Associazione Stati Generali dell’Innovazione.

23 Luglio 2012

A

Andrea Mochi Sismondi

Le pubbliche ammninistrazioni, soprattutto quelle locali, dovrebbero imparare ad ascoltare di più i cittadini. Questo è il primo passo per arrivare ad avere città più intelligenti. Lo sottolinea Flavia Marzano, Presidente dell’Associazione Stati Generali dell’Innovazione, che invita inoltre gli amministratori a cogliere il valore aggiunto delle nuove tecnologie. Le app, ad esempio, potrebbero offrire molti servizi a valore aggiunto a cittadini e turisti.

Su questo argomento

Le città del post-emergenza e il digitale per la resilienza