Del Pinto: “Servizi digitali moderni e ritagliati sui cittadini. Per la PA il momento è adesso”

Del Pinto: "Servizi digitali moderni e ritagliati sui cittadini. Per la PA il momento è adesso"
Home PA Digitale Del Pinto: “Servizi digitali moderni e ritagliati sui cittadini. Per la PA il momento è adesso”

La citizen experience è la strada maestra per realizzare servizi pubblici digitali davvero moderni ed efficienti. Lo sottolinea Riccardo Del Pinto, Responsabile Sviluppo Public and Government Sector di Adobe Italia, società per cui FPA ha realizzato in esclusiva negli ultimi due anni l’indagine “Barometro digitale”

1 Febbraio 2022

F

Redazione FPA

Del Pinto: "Servizi digitali moderni e ritagliati sui cittadini. Per la PA il momento è adesso"

La centralità che il digitale riveste anche nel PNRR pone la Pubblica amministrazione di fronte a un imperativo che non è più prorogabile: rendere possibile a tutti i cittadini l’accesso a servizi digitali moderni, semplici, chiari personalizzati e fruibili da qualunque tipo di device. Lo sottolinea Riccardo Del Pinto, Responsabile Sviluppo Public and Government Sector di Adobe Italia, società per cui FPA ha realizzato in esclusiva negli ultimi due anni l’indagine “Barometro digitale“, ricerca che analizza lo stato di avanzamento delle principali PA italiane nel percorso di costruzione di strumenti e servizi sempre più orientati ai bisogni e alle aspettative degli utenti.

Citizen experience: la strada maestra per i servizi digitali

“I cittadini si aspettano ormai che il dialogo con la PA avvenga con la stessa modalità digitale moderna, veloce, semplice e chiara che riscontrano quando interagiscono con i privati nella vita di tutti i giorni. Il focus e l’attenzione delle nostre amministrazioni e delle persone che vi lavorano si sta spostando in questa direzione, la citizen experience è un tema sempre più centrale quando si parla di servizi digitali. La pandemia e ora gli obiettivi posti dal PNRR hanno certamente accelerato questo percorso e ormai la PA si trova di fronte a una scelta non più prorogabile: tutti i cittadini devono poter accedere a servizi digitali semplici, chiari personalizzati e fruibili da qualunque tipo di device”.

Il cloud scelta irrinunciabile per la PA

“La trasformazione digitale della PA con tutti i servizi che si porta dietro (alle famiglie, alle scuole, alla sanità) non può prescindere dalla migrazione al cloud per superare il problema infrastrutturale che purtroppo l’Italia ha da decenni. Oggi le aziende mettono a disposizione un cloud sicuro e certificato ed è uno dei punti di forza per poter realizzare servizi moderni, veloci e ritagliati sui cittadini”.

Adobe partner della PA

“Adobe non è un fornitore, ma un vero partner della PA. Per facilitare l’accesso ai nostri prodotti abbiamo stipulato la Convenzione Consip per la fornitura di prodotti software multibrandmanutenzione software e servizi connessi per la PA e la soluzione Adobe è presente nel Mercato elettronico della pubblica amministrazione. Questo permette a tutti gli enti centrali e locali di acquisire velocemente i prodotti più consoni alle attività che dovranno svolgere”.

Su questo argomento

Dematerializzare la burocrazia: il divario tra ideale e ottimale