Forum PA, Agenda Digitale: la Regione fa scuola

Home PA Digitale Forum PA, Agenda Digitale: la Regione fa scuola

Comunicato Stampa. 16 maggio 2012. (Ln – Roma) La crescita e lo sviluppo del Paese passano anche dall’innovazione tecnologica nella Pubblica amministrazione.

19 Maggio 2012

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Comunicato Stampa. 16 maggio 2012. (Ln – Roma) La crescita e lo sviluppo del Paese passano anche dall’innovazione tecnologica nella Pubblica amministrazione. E’ il messaggio lanciato dal ‘Forum PA’ di Roma, l’incontro annuale tra Enti pubblici, imprese e operatori dell’ICT che promuove nuove politiche di digitalizzazione della ‘macchina’ amministrativa, cui ha partecipato l’assessore alla Semplificazione e Digitalizzazione di Regione Lombardia Carlo Maccari nella veste di rappresentante delle Regioni nella cabina di regia per l’attuazione dell’Agenda Digitale Italiana, istituita dal ministro per lo Sviluppo Economico Corrado Passera. A testimoniare sensibilità su questi temi, il Governo, schierato in prima fila con il presidente del Consiglio Mario Monti e il ministro per la Pubblica amministrazione e Semplificazione Filippo Patroni Griffi.

L’ESPERIENZA LOMBARDA – Maccari, che prenderà parte ad altri due convegni nell’ambito del Forum, ha parlato del ruolo fondamentale delle Regioni in questo percorso, spiegando come "La Lombardia sia stata la prima Regione italiana a dotarsi di un’Agenda Digitale, che intende rivoluzionare l’approccio dei cittadini e delle imprese verso la pubblica amministrazione. Tante le iniziative già messe in campo a partire dal portale Open Data (https://dati.lombardia.it), un archivio online dove è possibile ottenere milioni di informazioni contenute, al momento, in 44 ‘cassetti’ tematici".

IL RUOLO DELLE REGIONI – Pilastro portante del percorso è la digitalizzazione dei servizi. Per questo è fondamentale il confronto con gli assessori delle altre Regioni che hanno questa delega e che Maccari sta contattando per condividere esperienze e buone prassi. "Tante amministrazioni, infatti, – ha detto – hanno già realizzato progetti innovativi. Noi abbiamo messo a disposizione 2,5 milioni di euro, premiando i progetti più meritevoli per condividere una progettualità che possa portare a una modernizzazione anche del modo di lavorare insieme".

BENEFICI PER I CITTADINI – Il cittadino è il perno attorno al quale costruire tali processi di semplificazione che, per l’assessore, "devono apportare benefici tangibili: dai pagamenti più veloci, con un effettivo risparmio di tempo, all’alleggerimento delle pratiche burocratiche. Come sta accadendo con la nuova Crs (Carta regionale dei servizi) trasporti, sulla quale è possibile ricaricare l’abbonamento dei mezzi pubblici, semplificando la modalità d’acquisto dei biglietti, entro fine anno, a circa 150.000 viaggiatori".

8,5 MILIONI PER LA SCUOLA DIGITALE – Nel piano d’azione dell’Agenda rientra anche il mondo della scuola, con un progetto da 8,5 milioni di euro in sinergia con il Ministero dell’Istruzione. "Una vera e propria rivoluzione – ha commentato Maccari -, che consentirà a circa 25.000 studenti di avere i libri di testo ‘caricati’ su e-book e tablet".

BANDA LARGA PER LA COMPETITIVITÀ – Capitolo importante è anche quello dell’infrastrutturazione tecnologica. "Abbiamo investito – ha concluso Maccari – 41 milioni di euro per abbattere il digital divide ed estendere la connessione veloce al 99.5 per cento dei cittadini entro il giugno 2013, oltre a sostenere la realizzazione della banda ultra larga per metà della popolazione. La possibilità di avere una connessione alla rete sempre più veloce è una prerogativa imprescindibile per la competitività delle imprese".

(Lombardia Notizie)