FORUM PA 2024: i vincitori del Premio “PA a colori”

Home Progetti FORUM PA 2024: i vincitori del Premio “PA a colori”

Sette gli ambiti del Premio, come i colori e gli aggettivi con cui le pubbliche amministrazioni sono state raccontate nei tre giorni di evento: competente, accogliente, digitale, sostenibile, semplice, aperta, vicina. Per ciascun ambito, nella giornata conclusiva di FORUM PA 2024, sono stati premiati i vincitori. Ve li presentiamo in questo articolo

23 Maggio 2024

F

Redazione FPA

Palazzo dei Congressi - Roma - 23 maggio 2024 - Foto di Rina Ciampolillo

Scoprire e valorizzare i migliori progetti realizzati per rendere la PA pronta a rispondere alle sfide del futuro. Questo l’obiettivo del Premio “PA a colori, promosso da FPA e da un’ampia rete di partner (AIDP PA, ASviS, CERVAP, Forum Diseguaglianze e Diversità, Fondazione Mondo Digitale, Fondazione Openpolis, Fondazione per la Sostenibilità digitale, IWA, PA social, ALTIS – Università Cattolica del Sacro Cuore) in occasione di FORUM PA 2024. Sette gli ambiti del Premio, come i colori e gli aggettivi con cui le pubbliche amministrazioni sono stare raccontate nei tre giorni di evento, dal 21 al 23 maggio al Palazzo dei Congressi di Roma: competente, accogliente, digitale, sostenibile, semplice, aperta, vicina.

Oggi nella giornata conclusiva sono stati premiati i vincitori: Unione Reno Galliera, Comune di Monza, INPS, Provincia autonoma di Trento, Provincia e Comune di Parma, Comune di Bergamo, Agenzia delle Entrate – Direzione Piemonte, ISTAT, Trentino School of Management, Regione Friuli Venezia Giulia, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, S.I.C.A.D.S, Comune di Roccella Jonica, Comune di Modena, Ministero dell’Istruzione e del Merito, Ministero delle Imprese e del Made in Italy, Unione dei Comuni della Bassa Romagna, PagoPA S.p.A., Università degli Studi di Torino, la Sapienza, le Università dell’Aquila, di Reggio Calabria e del Piemonte Orientale, Consorzio Interuniversitario sulla Formazione, Comune di Brescia e Università di Bologna.

“Una PA a colori è una PA composta da figure e organizzazioni adatte a gestire il cambiamento, una PA in grado non solo di attrarre i talenti, ma anche di lasciarli sperimentare; una PA coraggiosa, che sappia accogliere il pensiero divergente per creare valore nei confronti di cittadini e di imprese – dichiara Gianni Dominici, Amministratore Delegato di FPA –. C’è ancora molto da fare, ma senza negare le difficoltà abbiamo voluto mettere in evidenza con questo premio le tante esperienze e soluzioni virtuose che già esistono sui territori”.

I dettagli dei progetti vincitori

Categoria PA Accogliente

Unione Reno Galliera (BO), progetto “Dai nuovi per il nuovo” – Si tratta di un’indagine in forma anonima rivolta ai neoassunti, per esaminare tre aree: ambiente lavorativo e comunicazione, per promuovere un onboarding proattivo per i nuovi assunti; rapporto con i colleghi e con i responsabili, con domande volte ad acquisire informazioni in merito a situazioni di mentoring e reverse mentoring; formazione, capacità e autonomia personale, per incoraggiare la retention dei neoassunti.

Comune di Monza, Persone al centro -Il progetto è focalizzato sulla centralità delle persone come capitale fondante della PA. Ciò si realizza valorizzando e supportando il personale, accompagnando costantemente il suo sviluppo e offrendo periodici momenti confronto per creare un clima aperto alla condivisione. Un nuovo stile di leadership che valorizzi e tuteli il patrimonio delle competenze dei dipendenti.

INPS, “INPS onboarding neoassunti” – A partire dall’analisi dei fabbisogni, il progetto ha puntato alla costruzione di un’esperienza di ingresso che fosse coinvolgente per ciascuno dei circa 5.000 neoassunti, ma anche produttiva ed efficiente per l’organizzazione. L’alto numero dei partecipanti e la dislocazione in diverse aree hanno dato impulso all’ideazione e utilizzo di strumenti innovativi, sia per le fasi di inserimento e conoscenza di ogni nuovo collega (APP), sia sul versante formativo (Kit e Programma digitali). L’architettura con moduli di inserimento progressivo ha intrecciato livelli formativi nazionali e regionali, sviluppando competenze tecniche e soft skills, per un format riadattabile e replicabile.

Provincia autonoma di Trento, Pat4street– La soluzione nasce dal bisogno di accrescere l’attrattività della pubblica amministrazione e la retention dei dipendenti, con particolare riferimento al personale del Servizio gestione strade. In particolare, il progetto si sviluppa su 10 linee di azione: nomina di figure caposquadra tramite assessment center, campagna informativa sul progetto, concorso per assunzioni con contratto formazione lavoro under 32, onboarding dei nuovi dipendenti, programma di mentoring e reverse mentoring per neoassunti, formazione dei nuovi assunti, formazione di mentor e tutor, monitoraggio dell’inserimento, servizio di ascolto e supporto, Campagna attrattiva ‘Crescere insieme’.

Provincia di Parma, “Dalle soluzioni uniche agli interpelli” – La Provincia si è posta come capofila rispetto agli enti del proprio territorio nell’utilizzo dell’art. 3 bis del D.L. 80/2021 per lo svolgimento di selezioni uniche per la formazione di personale da assumere, attraverso un accordo per semplificare e velocizzare la procedura. Nella fase 1 del progetto, chiamata SELEZIONI UNICHE, la Provincia approva il bando della selezione, svolge la selezione, approva l’elenco degli idonei, verifica la veridicità delle dichiarazioni richieste nella domanda, effettua gli aggiornamenti almeno annuali dell’elenco. Nella Fase 2, detta INTERPELLI, viene approvato l’interpello dall’ente aderente, che lo inoltra alla Provincia per la comunicazione agli idonei. Scaduto il termine per l’iscrizione, la Provincia fornisce all’ente l’elenco di coloro che hanno manifestato la disponibilità all’assunzione. L’ente aderente provvede alla selezione con le modalità semplificate di cui all’articolo 10 del D.L. n. 44/2021 e procede ad assumere i vincitori.

Categoria PA Aperta

Comune di Bergamo,Bergamo in chiaro” – Promosso dal Comune di Bergamo e realizzato dalla società di data intelligence INTWIG, Bergamo In Chiaro è una piattaforma nata come strumento di comunicazione per mostrare in maniera semplice le azioni compiute dall’Amministrazione comunale e i cambiamenti in atto, attraverso dati, numeri e trend.

Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale del Piemonte, Un ponte verso le istituzioni – Si tratta di un progetto concepito per avvicinare i cittadini immigrati alla pubblica amministrazione superando la diffidenza reciproca. I funzionari dell’Agenzia delle Entrate, da una parte, forniscono agli stranieri informazioni qualificate in tema di diritti e doveri fiscali, e dall’altra apprendono nuovi schemi di riferimento per un ascolto più strutturato e consapevole. L’anello di congiunzione è rappresentato da mediatori culturali e leader di comunità, ambassador riconosciuti sia per la PA che per i cittadini immigrati.

INPS, Welfare as a service” – Il progetto Welfare As A Service (WaaS) si propone di integrare e rendere fruibile a tutta la PA il grande patrimonio informativo di INPS riguardante le prestazioni di welfare erogate. Grazie alla disponibilità diffusa di questi dati multidimensionali, consultabili in via telematica, vengono superati gli attuali silos informativi che caratterizzano il settore, con una lettura più snella e condivisa dei bisogni dell’utenza ed evitando sprechi e ridondanze.

ISTAT, Dati alla mano, i Podcast Si tratta di una serie di podcast divulgativi con dati e temi della statistica ufficiale. Il progetto nasce per avvicinare i giovani a questa disciplina, attraverso una formula narrativa e una tecnologia che li vede come utenti privilegiati.

Categoria PA Competente

TSM – Trentino School of Management, “Tsm Learning Academy: innovare la formazione con l’intelligenza Artificiale” – Il progetto formativo ha l’obiettivo di rafforzare le competenze metodologiche dei progettisti di TSM mediante l’introduzione di nuove possibilità previste dall’IA. Il percorso è organizzato in tre livelli di complessità ed approfondimento crescenti: la prima fase approfondisce le novità introdotte dagli strumenti di IA e le possibili ricadute sulle metodologie formative; la seconda riguarda la corretta interazione con i sistemi di IA (prompting) per potenziare le tecniche di progettazione formativa; l’ultima fase, infine, ha l’obiettivo di stimolare la riflessione creativa sulle future pratiche di formazione.

Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia, “Il metodo andragogico per l’apprendimento continuo” – Il progetto di formazione accompagna il personale regionale nei processi di trasformazione digitale e nella gestione delle attività del PNRR, mediante azioni formative centrate sul rafforzamento anche personale di ogni individuo. Il modello di apprendimento andragogico utilizzato attribuisce un ruolo centrale ai partecipanti, che intraprendono corsi-laboratori per la reingegnerizzazione di processi e procedimenti, acquisiscono competenze di project management, tecniche di empowerment e self-empowerment. Tra i benefici di questo approccio figurano l’aumento delle capacità di problem solving e di fronteggiare lo stress.

Università degli Studi di Urbino Carlo BO, Progetto UNIHAMU Job Shadowing” – L’utilizzo di un approccio di “job shadowing” (letteralmente lavoro-ombra) permette di valorizzare le professionalità acquisite dal personale tecnico, amministrativo, bibliotecario e CEL, nonché di massimizzare l’efficacia e l’efficienza delle risorse umane e finanziarie. Ciò si traduce in una concreta opportunità di arricchimento in campo professionale, culturale e umano. ll progetto prevede percorsi di affiancamento lavorativo, per un minimo di 2 giorni a un massimo di 15, realizzabili mediante mobilità interistituzionali tra il personale di uffici aventi omologhe competenze.

S.I.C.A.D.S, “Dipartimento Testa Collo e Neuroscienze ASUFC: visione e primi risultati del modello organizzativo fondato sull’umanizzazione delle cure” – Il progetto si basa su un modello organizzativo con 4 aree di sviluppo: ricerca, formazione, clinico-assistenziale, valutazione. Tra i primi risultati figurano la creazione di team multidisciplinari, di un sistema di formazione dipartimentale per il trasferimento di competenze, apertura del servizio di week surgery e telemedicina. L’obiettivo primario è garantire l’accesso universale e appropriato ai servizi di assistenza sanitaria di qualità all’interno del Dipartimento Testa Collo e Neuroscienze. I destinatari principali che beneficeranno nel breve, medio e lungo termine dei risultati ottenuti dal progetto sono i pazienti delle Strutture afferenti al Dipartimento.

Categoria PA Digitale

Comune di Roccella Jonica, Roccelleasy” – Roccella Jonica (RC) ha recentemente realizzato un nuovo sito istituzionale, un’app per smartphone e un portale dei servizi digitali, per consentire ai cittadini di fruire dei contenuti in una modalità trasparente e immediata. Per il suggestivo Borgo Carafa, inoltre, è stata avviata un’articolata campagna di comunicazione interattiva, facendo ricorso anche all’intelligenza artificiale e all’innovazione digitale delle risorse museali. Oltre all’attivazione di un punto dedicato alla facilitazione digitale, l’Ufficio Relazioni con il Pubblico è stato reso digitale in modalità bot sulla piattaforma Telegram, per semplificare e favorire il rapporto tra cittadini e istituzioni.

Comune di Modena, “Digitale facile a Modena – Il programma consiste nell’attivazione di sette Punti di facilitazione digitale sul territorio per rivalutare, rafforzare e sistematizzare i percorsi offerti dal Comune in questo ambito. Attraverso una rete capillare di Punti diffusi in luoghi strategici della città, e grazie a un sistema organico di comunicazione, informazione e prenotazione, il progetto permetterà ai cittadini – in particolare a quelli fragili e con minori competenze tecnologiche – di poter cogliere i vantaggi della digitalizzazione e beneficiare di tutte le opportunità dei servizi disponibili online. Il progetto favorirà un maggiore accesso alle opportunità formative e di assistenza proposte dal Comune, ampliando sia il numero di cittadini che potranno beneficiarne sia il target di utenti cui i servizi si rivolgono.

INPS, Piattaforma di monitoraggio dello stato di avanzamento delle domande” – Il “Monitoraggio stato pratica” vuole accompagnare l’utente che naviga nella propria area riservata ‘My INPS’ lungo il percorso di presentazione di una richiesta, fino all’ottenimento del beneficio. Lo user può anche visualizzare una linea del tempo, che indica il punto di lavorazione in cui si trova la sua istanza. In questa fase possono essere visualizzate informazioni attinenti e personalizzate, cosa sta per accadere e quali sono gli eventuali adempimenti a carico del fruitore, nonché i tempi medi di definizione della pratica. Il progetto è realizzato in co-produzione con l’utente per l’individuazione delle informazioni da esporre e prevede il coinvolgimento dell’intelligenza artificiale per la selezione dei contenuti mediante l’analisi dei quesiti più ricorrenti.

Categoria PA Semplice

MIM (Ministero dell’Istruzione e del Merito), Unica La piattaforma Unica è un ecosistema di servizi digitali dedicati a famiglie, studenti e personale scolastico, con accesso sia tramite web sia con app.​ Consente di consultare informazioni e dati necessari per scegliere in modo consapevole il percorso scolastico e post-scolastico, fruire in modo personalizzato di tutti i servizi digitali per l’orientamento, iscrizioni, e pagamenti, e seguire tutto il ciclo scolastico attraverso l’e-portfolio. La navigazione della piattaforma è semplice e intuitiva, grazie all’organizzazione dei servizi in tre macroaree: Orientamento, Vivere la scuola e Strumenti.

MIMIT (Ministero delle Imprese e del Made in Italy), Portale incentivi.gov.it È lo strumento dedicato alla ricerca degli incentivi a favore di imprese e cittadini, realizzato con le risorse del PON GOV dal Ministero delle imprese e del Made in Italy. Il portale è alimentato con le informazioni e i dati del Registro Nazionale degli Aiuti, grazie a un sistema interoperabile che ne garantisce l’aggiornamento continuo e amplia l’offerta informativa sugli incentivi. I servizi e le funzionalità sono dedicati ad imprese/cittadini (dashboard personalizzate, motore di raccomandazione, funzionalità salvataggio incentivi preferiti in catalogo, schede incentivo, possibilità di confrontare gli incentivi), e alla PA(valorizzazione offerta incentivi, reportistica e monitoraggio misure).

Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Dalla carta alla nuvola” – Il progetto si pone l’obiettivo di dematerializzare l’intero patrimonio documentale delle pratiche edilizie dell’Unione e dei 9 Comuni della Bassa Romagna (Alfonsine, Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Conselice, Cotignola, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda, Sant’Agata sul Santerno), con la finalità di digitalizzare il servizio di accesso agli atti, certificando il processo e mantenendo la piena efficacia probatoria dei documenti digitalizzati.

Università del Piemonte Orientale, UPO-Valore Pubblico Integrato– Il progetto è stato realizzato per sviluppare il processo di pianificazione dell’Ateneo in chiave di piena integrazione dei vari strumenti secondo un disegno comune, per semplificare e facilitare il perseguimento delle diverse azioni da parte di tutti gli attori interessati (studenti, famiglie, i docenti e altri stakeholder). Nello specifico, è stato ideato un Piano Integrato di Attività e Organizzazione – PIAO, che integra le cinque linee strategiche su studenti, ricerca, didattica, best practice, mondo produttivo e territorio del Piano Strategico di Ateneo. Il PIAO prevede anche azioni di coprogettazione di attività con il territorio

PagoPA S.p.A., “SEND – Servizio Notifiche Digitali” – SEND è la nuova piattaforma di proprietà della Presidenza del Consiglio dei Ministri progettata e gestita da PagoPA S.p.A., in sinergia con altri attori strategici per lo Stato. Il suo obiettivo è rendere più veloce, economico e sicuro l’invio e la ricezione delle comunicazioni a valore legale, semplificando il processo di notificazione sia per gli enti della Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblico servizio, sia per cittadini, imprese e professionisti destinatari delle comunicazioni. La piattaforma gestisce automaticamente la notificazione su domicilio digitale e, in assenza di questo, per via analogica tradizionale. È integrata con i sistemi di identità digitale SPID e CIE, con pagoPA e app IO, con la piattaforma PDND Interoperabilità (Piattaforma Digitale Nazionale Dati) e con INAD (Indice Nazionale dei Domicili Digitali).

Categoria PA Sostenibile

Comune di Parma, Ottimizzazione dei consumi – Parma è stata selezionata tra le 100 città europee afferenti alla missione EU per città smart e climaticamente neutre al 2030. Pertanto, l’Amministrazione ha messo in campo azioni concrete per ridurre i consumi attraverso efficientamento degli edifici, innovazione tecnologica ed energie rinnovabili. A partire dall’elaborazione del quadro conoscitivo dei consumi di edifici ed asset comunali, sono state realizzate diverse attività: alcuni esempi sono l’analisi potenziale solare della città attraverso droni e algoritmi semi-automatici, l’analisi per l’implementazione di contratti EPC sugli edifici, l’implementazione di misure gestionali sulla climatizzazione, l’analisi del potenziale geotermico della città.

Università degli Studi di Torino; Sapienza Università di Roma; Università degli Studi dell’Aquila; Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria e Università del Piemonte Orientale; Consorzio Interuniversitario sulla Formazione Co.In.Fo, 4Smart – 4SMART risponde alla crescente necessità degli Atenei di adottare soluzioni sostenibili e tecnologicamente avanzate per migliorare il benessere, l’efficienza e l’innovazione all’interno degli ambienti universitari. Il progetto si focalizza sull’analisi di dati sul comfort ambientale (temperatura, inquinamento acustico, smog ecc.) all’interno di spazi degli Atenei, attraverso un «ecosistema sperimentale» di misure derivate da sensori, che sfruttano le potenzialità dell’IoT e Cloud.  I dati raccolti sono stati in seguito elaborati, condivisi e confrontati con gli Atenei coinvolti (UniTO; Sapienza; Aquila; Reggio Calabria; Piemonte Orientale e Co.In.Fo), al fine di trarre informazioni utili al miglioramento della qualità dei servizi agli studenti, dell’efficienza nella gestione degli spazi e del risparmio energetico.

Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, ALMA GAIE (ALMA sustainable development Goals Artificial Intelligence Enhanced)” – Dal 2017 l’Ateneo di Bologna ha adottato una metodologia per la misurazione del proprio impatto sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU, che prevede la “taggatura” di insegnamenti, progetti di ricerca e pubblicazioni. L’obiettivo è sviluppare un sistema di Intelligenza Artificiale per riconoscere, in modo automatico, il contributo delle attività dell’Ateneo di Bologna all’avanzamento dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Per farlo, ALMA GAIE adotta tecniche di Natural Language Processing (NLP) e modelli di Machine Learning (ML).

Categoria PA Vicina

Comune di Parma, Il Patto Sociale per ParmaSi tratta di uno strumento per connettere l’Amministrazione, le Aziende Sanitarie e tutti gli stakeholder del territorio (Cooperazione, Terzo Settore, Volontariato, Enti pubblici e privati, Fondazioni, Imprese) nelle politiche di welfare, per costruire progetti di comunità mediante coprogrammazione, coprogettazione e condivisione di risorse e idee. La soluzione vuole evitare ridondanze e sprechi, costruire una rinnovata integrazione socio-sanitaria, realizzare progetti in base “alla domanda” e ai bisogni dei cittadini, nonché promuovere l’innovazione sociale. I processi sono coordinato da una Cabina di Regia, presieduta dall’Assessore al Welfare e composta da Aziende Sanitarie, Università, Terzo Settore, CSV, cooperazione, Sindacati e altri componenti a seconda delle necessità.

Comune di Brescia, Brescia Digi.T”- Il progetto prevede lo sviluppo del Gemello Digitale, un modello virtuale della realtà̀ cittadina costruito a partire dai dati, che consentirà di analizzare il contesto urbano sotto diverse prospettive. Esso sarà strumento funzionale alla programmazione e alla pianificazione di interventi nel contesto urbano, permettendo di valutarne gli eventuali impatti e di guidare l’evoluzione del territorio e dell’intero ecosistema cittadino. Inoltre, la piattaforma permetterà di continuare nel percorso di attrattività della città come meta turistica, valorizzando l’accesso alle esperienze culturali così come attivare simulazioni di scenari correlati a potenziali eventi di crisi.

Premio speciale IA

Regione Puglia, progetto “Sm@rtScreeningSm@rtScreening è una piattaforma digitale multicanale che agevola la conoscenza e l’accesso agli screening oncologici, grazie a comunicazioni digitali, accessibili e disponibili h24: telefonate automatiche, SMS, email, chatbot e voicebot. La soluzione permette di fornire informazioni qualificate per consentire la gestione dell’appuntamento, e video personalizzati accessibili dalla lettera cartacea per approfondire le modalità di screening. I cruscotti di Business Intelligence permettono la piena tracciabilità dei dati, anche in tempo reale. Sono in attivazione anche i canali WhatsApp e AppIO.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Su questo argomento

“Premio PA a colori”: un premio tutto nuovo per FORUM PA 2024. Aperte le candidature!