Il futuro della sanità, tra One Health e digitale: il 26 e 27 ottobre a “FORUM PA Sanità 2022”

Home Sanità Il futuro della sanità, tra One Health e digitale: il 26 e 27 ottobre a “FORUM PA Sanità 2022”

Torna in presenza e online il più importante momento di incontro e confronto dedicato ai protagonisti della sanità pubblica e privata: due giorni per scoprire servizi, buone pratiche e soluzioni per la salute; espandere le reti di relazioni; sviluppare le competenze. Insomma, lavorare fianco a fianco per cogliere l’occasione del PNRR e migliorare le risposte alle sfide globali per la salute con l’approccio “One Health, digital”. Le iscrizioni all’evento sono già aperte: ecco qualche anticipazione

21 Settembre 2022

S

Simona Solvi

Manager “Healthcare Innovation” P4I

Photo by National Cancer Institute on Unsplash - https://unsplash.com/photos/BxXgTQEw1M4

Torna il 26 e 27 ottobre FORUM PA Sanità, con eventi sia in presenza (al Talent Garden di Roma Ostiense) che in digitale: si tratta della settima edizione, promossa dal Gruppo Digital360 e co-organizzata dalle aziende del Gruppo FPA e P4I. Visitando il sito dell’evento è possibile scoprire il programma (in continuo aggiornamento) e iscriversi alla manifestazione e ai singoli appuntamenti in agenda. Ecco qualche anticipazione.

Il digitale a supporto della One Health: il tema guida di FORUM PA Sanità 2022

In continuità con lo scorso anno abbiamo scelto come tema guida della manifestazione “One Health, digital”. Cosa intendiamo per One Health? Si tratta di una strategia che integra discipline diverse e si basa sul legame indissolubile tra salute umana, salute animale e salute dell’ecosistema.

Questa la definizione recentemente aggiornata dal gruppo One Health High Level Expert Panel (OHHLEP):

“One Health è un approccio integrato e unificante che mira ad equilibrare e ottimizzare in modo sostenibile la salute di persone, animali ed ecosistemi. Riconosce che la salute dell’uomo, degli animali domestici e selvatici, delle piante e dell’ambiente in generale (compresi gli ecosistemi) sono strettamente collegati e interdipendenti. L’approccio mobilita molteplici settori, discipline e comunità a vari livelli della società per lavorare insieme per promuovere il benessere e affrontare le minacce per la salute e gli ecosistemi, affrontando nel contempo la necessità collettiva di acqua pulita, energia e aria, alimenti sicuri e nutrienti, intervenire sul cambiamento climatico e contribuire allo sviluppo sostenibile”. Una definizione riconosciuta ufficialmente dal Ministero della Salute italiano, dalla Commissione Europea e da tutte le organizzazioni internazionali. Una strategia rilevante per tutti i settori che beneficiano della collaborazione tra diverse discipline e che chiama in causa una molteplicità di figure e professionalità: medici, veterinari, ambientalisti, economisti, sociologi, etc.

Ma come rendere operativo l’approccio One Health? Noi riteniamo che sia fondamentale l’uso della leva digitale, che arricchisce la visione olistica e ne può favorire l’adozione ai diversi livelli (centrale, regionale e locale) e ambiti (sanità pubblica e privata, veterinaria, ambiente) di applicazione. Interdisciplinarità, interdipendenza, sostenibilità, cooperazione e integrazione sono caratteristiche che distinguono la One Health dai tradizionali approcci alla salute dell’uomo: il digitale gioca un ruolo chiave per l’applicazione di tali concetti. Basti pensare all’importanza dell’adozione di soluzioni interoperabili e aderenti agli standard internazionali per supportare lo scambio di dati utili tra organizzazioni con competenze diverse a supportare le decisioni (Data-driven Health), anche in caso di emergenze e sfide globali. Oppure alla necessità di ripensare i modelli di erogazione dei servizi (Connected Health) e di gestione dei flussi di beni e persone (Smart operation) per minimizzare gli impatti ambientali, oltre che per rispondere alle esigenze dei cittadini e migliorarne la qualità di vita. Inoltre, oggi – a differenza del passato – le risorse significative messe a disposizione dal PNRR sono una possibilità concreta e reale di accedere a servizi e tecnologie che possono trasformare il volto della Sanità e di tutta la filiera di attori che concorrono alla salute globale.

Questi e altri temi della prospettiva digitale applicati alla One Health saranno ripresi e approfonditi all’interno della due giorni di appuntamenti congressuali.

Tutte le novità di FORUM PA Sanità 2022

Partiamo dal ritorno alla fisicità: FORUM PA Sanità si svolgerà prevalentemente in presenza a Roma presso lo spazio eventi del Talent Garden Ostiense. La capillarità della manifestazione e la capacità di fare rete, però, saranno rafforzate anche dall’utilizzo della piattaforma digitale – sviluppata dal Gruppo Digital360 – che garantirà la trasmissione di una parte del programma in live streaming, oltre all’accesso ad alcuni contenuti fruibili esclusivamente online e alla possibilità di accedere al programma completo della manifestazione e rivedere gli eventi.

Rispetto ai formati degli appuntamenti congressuali troveremo quest’anno:

  • gli Scenari (in presenza), per confrontarsi sui grandi temi di visione che interessano la salute globale, con la partecipazione di istituzioni ed enti centrali. Quattro gli Scenari in programma durante i quali approfondiremo i temi della Connected Care, della Governance, dei Dati in sanità e delle Competenze;
  • Talk (online)per approfondire i temi verticali che interessano i decisori;
  • le Academy (online), per restare aggiornati su soluzioni e progetti di innovazione in sanità.

Novità di quest’anno sono i Tavoli di Lavoro in presenza, supportati dalla partecipazione di un Advisor e facilitatore: momenti di dialogo e confronto a porte chiuse tra comunità di pratica per promuovere le relazioni tra i responsabili dei processi di innovazione e facilitare il dialogo pubblico-privato attraverso l’ascolto diretto delle esigenze della domanda.

Il nostro pubblico e i relatori

FORUM PA Sanità si rivolge ai professionisti della sanità pubblica e privata e coinvolgerà gli Enti Centrali della sanità (Ministero della Salute, Dipartimento per la Trasformazione Digitale, Agenas, ISS); gli assessorati regionali alla salute; i Dipartimenti salute delle Regioni; i vertici strategici e clinici delle Aziende Sanitarie, Socio-sanitarie ed ospedaliere; gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, le Società medico scientifiche; gli Ordini e collegi di professioni sanitarie; le associazioni di pazienti e cittadinanza organizzata; le Imprese fornitrici del farmaco, dispositivi medici, ICT (HW e SW), TLC; università e spin-off.

Il Premio FORUM PA Sanità

Si conferma anche per questa edizione il Premio FORUM PA Sanità, per far emergere le buone pratiche e i progetti di innovazione organizzativa o tecnologica, avviati nelle strutture pubbliche o private del SSN. Gli ambiti del premio quest’anno riprendono i principali temi congressuali: Data-driven health, Citizen / Patient journey, Operation e Logistica Sanitaria, Competenze digitali, Lifescience. Le iscrizioni sono aperte fino al 7 ottobre.

Su questo argomento

Premio FORUM PA Sanità 2022: candidature aperte fino al 7 ottobre