Innovation Public Procurement e PA - Pagina 2 di 3 - FPA

Innovation Public Procurement

PA Digitale

Appalti, perché è necessario conoscere le nuove forme di partenariato

I partenariati si arricchiscono di contenuti e di possibili configurazioni, si ampliano estendendosi anche ai cittadini. si tratta di opportunità...

di Paola Conio, Patrimoni PA net, Senior Partner Studio Legale Leone

18 Luglio 2016

PA Digitale

Acquisti pubblici, ecco perché nell’offerta non abbiamo bisogno di standard

Interoperabilità dei sistemi, standardizzazione della domanda e possibilità di offrire un trial degli strumenti tecnologici: questi gli argomenti al centro...

di Federica Padrin, Marketing Manager di Pro-Q, il portale acquisti

14 Luglio 2016

PA Digitale

Spesa pubblica di qualità: le tre attività determinanti, prima e dopo la gara

La qualificazione delle Stazioni Appaltanti e i modelli di aggregazione della spesa: il nuovo paradigma per la gestione dei processi...

di Ezio Melzi, consigliere delegato BravoSolution Italia

13 Luglio 2016

PA Digitale

CantieriPA, focus su funzioni e prestazioni: come cambiare il procurement pubblico

Bisogna abbandonare i particolarismi e quella tendenza tutta nostrana a pensare che i bisogni della nostra amministrazione siano diversi da...

di Eleonora Bove, FPA

13 Luglio 2016

PA Digitale

Acquisti ICT in Sanità, i progetti EU che cambiano la prospettiva

Oltre ad affrontare il tema della remunerazione i due progetti europei StopAndCore e RitmoCore propongono una visione alternativa all’investimento nelle...

di Angelo Lino Del Favero, direttore generale Istituto Superiore di Sanità e presidente nazionale Federsanità ANCI

5 Luglio 2016

PA Digitale

Modelli e competenze, ecco di cosa ha bisogno il procurement pubblico

Le dinamiche dell’e-procurement esigono nuovi modelli organizzativi, una vision manageriale profondamente diversa che si preoccupi di non far percorrere al...

di Andrea Lisi, presidente di Anorc Professioni e Sarah Ungaro, vice presidente di Anorc Professioni

30 Giugno 2016

PA Digitale

Progetto Brodise, EU: “E’ aperto il dialogo con il mercato, inneschiamo incentivi reali”

L'acquirente pubblico può consultare anticipatamente il mercato, attivando un “dialogo tecnico” al fine di acquisire elementi tecnici per capire lo...

di Sara Bedin, partner del progetto BRODISE ed esperto europeo in materia di appalti pubblici di innovazione

27 Giugno 2016

PA Digitale

Acquisti ICT, ecco su cosa bisogna lavorare per innovarli

Policy, management e rapporti con PMI e start up: tre punti da cui partire per migliorare i sistemi di acquisto...

di Manuela Brusoni, Presidente Azienda Regionale Centrale Acquisti, Regione Lombardia

16 Giugno 2016

PA Digitale

La PA ha bisogno di start up: cercasi modelli di sourcing innovativi

Le competenze non certificate, l’assenza di curricula, la bassa conoscenza delle procedure pubbliche, la scarsa affidabilità nel lungo periodo e...

di Fabrizio Rauso e Monica Gabrielli, Digital Organization, Sogei S.p.A

15 Giugno 2016

PA Digitale

Ecco la soluzione per gestire con trasparenza gli acquisti PA

BravoAdvantage è un’applicazione di “interoperabilità” tra sistemi in contesto pubblico, per una gestione efficiente degli adempimenti ANAC (CIG e SmartCIG)

di Ezio Melzi, consigliere delegato BravoSolution Italia

14 Giugno 2016

PA Digitale

Norme complesse e senza obiettivi, l’analisi europea sul procurement italiano

Dallo studio è emerso, per il nostro Paese, che laddove la corruzione e l'inefficienza mettono a rischio il sistema di...

di Roberto Diacetti e Manuela Palazzo, EUR S.p.A.

9 Giugno 2016

PA Digitale

Codice appalti, il digitale una beffa: se ne parla (forse) nel 2018

In alcuni casi le stazioni appaltanti non sono obbligate a richiedere mezzi di comunicazione elettronici, una comoda scorciatoia per la...

di Stefano Ricci, Università degli Studi dell’Insubria e Alice Castrogiovanni, avvocato

8 Giugno 2016