Il ‘Cruscotto della sostenibilità’ misura la qualità dell’ambiente toscano

Home Temi Verticali Energia e Ambiente Il ‘Cruscotto della sostenibilità’ misura la qualità dell’ambiente toscano

Sarà presentato a Terra futura (dal 23 al 25 maggio alla Fortezza da Basso – Firenze) il ‘Cruscotto della sostenibilità‘, un nuovo strumento elaborato da Regione Toscana ed Arpat per permettere ai cittadini di conoscere criticità, punti di forza e stato dell’ambiente in Toscana.

22 Maggio 2008

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Sarà presentato a Terra futura (dal 23 al 25 maggio alla Fortezza da Basso – Firenze) il ‘Cruscotto della sostenibilità‘, un nuovo strumento elaborato da Regione Toscana ed Arpat per permettere ai cittadini di conoscere criticità, punti di forza e stato dell’ambiente in Toscana.
Il ‘Cruscotto della sostenibilità’ assomiglia in tutto al cruscotto di un’auto, con lancette che passano dal rosso al verde, proprio come quelle dell’indicatore di velocità passano da 0 a 100. In questo caso il rosso equivale allo zero ed indica un uso delle risorse ambientali assolutamente non corretto, non sostenibile, mentre il verde rappresenta la gestione ottimale dell’energia e della materia, quell’ideale di sviluppo sostenibile verso il quale tendono le politiche regionali.
Il ‘Cruscotto’ parte da un’analisi dei risultati raggiunti in vari settori elaborando i dati di ben 96 indicatori. Due lancette diverse indicano, rispettivamente, lo ‘stato dell’ambiente’ in Toscana secondo i dati Arpat del 2007, ed il ‘trend’, la tendenza degli ultimi anni (2000-2007) verso il raggiungimento degli obiettivi del Piano Regionale di Azione Ambientale (PRAA). I visitatori di Terra futura potranno vedere una rappresentazione di sintesi, che mette insieme le due frecce e mostra come la Toscana abbia ottenuto buoni risultati e sia sulla strada giusta per ottenerne ancora di migliori.
Fonte: Regione Toscana