Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Mobilità, energia e ICT: 350 milioni in arrivo dall’UE per le tecnologie smart per le città

Home Città e Territori Mobilità, energia e ICT: 350 milioni in arrivo dall’UE per le tecnologie smart per le città

Tre quarti della popolazione europea vive nelle città, consumando oltre il 70% dell’energia e i costi del traffico nelle aree urbane ammontano a quasi l’1% del PIL. È indubbio, quindi che una delle maggiori sfide che l’Europa deve affrontare è quella di ridisegnare il profilo delle proprie città in un’ottica intelligente e sostenibile. È quello che ci si aspetta dall’iniziativa presentata ieri a Bruxelles.

11 Luglio 2012

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Tre quarti della popolazione europea vive nelle città, consumando oltre il 70% dell’energia e i costi del traffico nelle aree urbane ammontano a quasi l’1% del PIL. È indubbio, quindi che una delle maggiori sfide che l’Europa deve affrontare è quella di ridisegnare il profilo delle proprie città in un’ottica intelligente e sostenibile. È quello che ci si aspetta dall’iniziativa presentata ieri a Bruxelles.

“Smart Cities and Communities European Innovation Partnership” è il nome della nuova iniziativa della Commissione Europea nata all’interno della cornice più ampia della “Smart Cities and Communities iniziative” che si propone  di dare slancio allo sviluppo di tecnologie pensate appositamente per ripensare le città in chiave smart. Sostenibilità ed efficienza energetica, mobilità intelligente, informazione e comunicazione e  partecipazione: solo per il 2013 sono previsti 365 milioni di euro destinati ad un numero limitato progetti pilota cofinanziati delle amministrazioni comunali.

I progetti dovranno essere centrati sulle tecnologie che, come ha detto la Neelie Kroes "Sono quelle che mettono lo ‘smart’ alle ‘smart cities’, permettendo un’innovazione nei modelli di business", ma allo stesso tempo sono quelle che al momento risultano maggiormente in difficoltà. La crisi, infatti, le aziende e le città sono sempre più restie a portare i risultati della ricerca applicata su scala industriale, nonostante i vantaggi evidenti a lungo termine.

L’Unione Europea può vantare una lunga esperienza nello sviluppo di progetti urbani innovativi in tema di trasporti, ICT ed energia, questa iniziativa si propone di dare nuovo slancio innovando anche il modo di pensare ai progetti integrando le tre dimensioni in un ambiente integrato.

 

Su questo argomento

La mobilità di domani passa per innovazione e pianificazione integrata, ma le città italiane sono pronte?