Augusto Davico: "Le piattaforme digitali sono il futuro dell'interazione tra PA e cittadino" - FPA

Augusto Davico: “Le piattaforme digitali sono il futuro dell’interazione tra PA e cittadino”

Home PA Digitale Augusto Davico: “Le piattaforme digitali sono il futuro dell’interazione tra PA e cittadino”

Salesforce è partner di FORUM PA 2021, in particolare nello Scenario del 21 giugno “Riorientare lo sviluppo: la transizione amministrativa premessa per la ripresa” e nel Talk del 23 giugno “Migliorare l’esperienza del cittadino per una PA resiliente: dai modelli organizzativi alle piattaforme digitali”. Abbiamo anticipato alcune riflessioni con Augusto Davico, Country Leader per il Settore pubblico di Salesforce Italia

9 Giugno 2021

F

Redazione FPA

Il Digitale è certamente uno dei capitoli più rilevanti all’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: per la Missione “Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura e Turismo” vengono stanziati oltre 40 miliardi. Ma quali dovrebbero essere i progetti trainanti? Siamo partiti da questa domanda nell’intervista ad Augusto Davico, Country Leader per il Settore pubblico di Salesforce Italia

Salesforce è partner di FORUM PA 2021, in particolare nello Scenario del 21 giugno Riorientare lo sviluppo: la transizione amministrativa premessa per la ripresa e nel Talk del 23 giugno Migliorare l’esperienza del cittadino per una PA resiliente: dai modelli organizzativi alle piattaforme digitali.

E’ emerso il concetto di “democratizzazione” legato al digitale e il focus sul tema piattaforme e omnicanalità, un’esperienza che siamo ormai tutti abituati a vivere nel nostro uso quotidiano di servizi digitali offerti dalle aziende, ma che ora si sta declinando anche nel mondo della PA. Ci sono in questo senso diverse esperienze di eccellenza già avviate, come quella di Roma Capitale che ha scelto Salesforce per la sua piattaforma CRM/CDC (Citizen Relationship Management/Casa Digitale del Cittadino).

Infine, il tema dei dati, diventato sempre più centrale nell’ultimo anno e mezzo, della loro gestione e della comunicazione tra amministrazioni. Insomma, il tema dell’interoperabilità, nodo centrale anche per Davico. Su questo si deve lavorare ancora molto, partendo come sempre da un cambiamento culturale e organizzativo su cui poi le tecnologie digitali si innestano come elemento abilitante.

Su questo argomento

Pamela Rossi: "Gallese, un piccolo Comune sempre più digitale e vicino ai cittadini"