Regione Toscana, la cancelleria sempre più accessibile con Spid - FPA

Regione Toscana, la cancelleria sempre più accessibile con Spid

Home PA Digitale Regione Toscana, la cancelleria sempre più accessibile con Spid

Il progetto “Cancelleria per il cittadino” è stato messo a punto grazie alla collaborazione tra Regione Toscana, Ministero della Giustizia e AgID. Si possono anche visualizzare le date delle udienze ed estrarre gratuitamente delle copie che, pur non avendo valore legale, rappresentano una utile fonte di informazioni

5 Ottobre 2016

A

Annamaria Lastrucci e Luca Bonuccelli, Regione Toscana

Spesso come cittadini ci scontriamo con il fatto che non siamo in grado di accedere alle informazioni che ci riguardano e ci troviamo obbligati ad affidarci ad un professionista che assume il ruolo di intermediario anche per le operazioni più semplici.

Una delle “colpe”, spesso imputate alla pubblica amministrazione, è quella di aver reso complicato, e quasi inaccessibile, accedere ai documenti di proprio interesse: la modulistica è complessa, gli orari di apertura sono ridotti e il carico di lavoro per gli uffici che offrono servizio di sportello è elevatissimo.

Questo è ancor più vero nel mondo della giustizia. Qualsiasi cittadino abbia avuto procedimenti aperti in un ufficio giudiziario, sa quanto sia difficile reperire informazioni che lo riguardano, e, con la chiusura delle sedi decentrate, la cancelleria dell’ufficio giudiziario a volte può essere difficilmente raggiungibile.

Di contro, il diritto di poter sapere chi ha informazioni sulla propria persona, se queste informazioni sono corrette e, nel caso, il diritto di richiederne la correzione, è più volte stato ribadito e, proprio per risolvere le difficoltà di reperimento dei documenti, e per sgravare parte del lavoro alle cancellerie degli uffici giudiziari, Regione Toscana, ormai già dall’anno 2011, ha realizzato un servizio atto ad aiutare i “normali cittadini” a seguire l’iter dei procedimenti di cui sono parte in causa, senza muoversi da casa e senza limiti di orario.

In questi cinque anni è stato possibile osservare l’importanza del servizio e la risposta del pubblico: la “Cancelleria per il cittadino” ha avuto fin da subito utenti che si sono “fidelizzati” ed hanno apprezzato l’utilità di poter vedere i nuovi “eventi” dei loro fascicoli direttamente dal loro pc e ovunque fosse ubicato l’ufficio giudiziario sul territorio italiano.

La forte “fidelizzazione”, l’uso costante del servizio online è anche un segno di quanto sia importante per un cittadino di potersi informare direttamente e prontamente dell’evoluzione della causa. Purtroppo, un limite del servizio, è stato l’obbligo dell’utilizzo di uno strumento non completamente diffuso sul territorio nazionale, e forse ancora poco conosciuto, quale la Carta Nazionale dei Servizi.

Oggi, secondo le statistiche, la maggioranza degli utenti si collega ad internet dal proprio dispositivo mobile, sia esso uno smartphone o un tablet, dove non è possibile utilizzare la Carta Nazionale dei servizi ma dove è però possibile utilizzare SPID.

Maggiore comodità per il cittadino,possibilità di economie per gli uffici e (last but not least), un contributo a diffondere ad un cambio di paradigma dall’erogazione dei servizi di tutta la pubblica amministrazione, queste le motivazioni che hanno portato Regione Toscana, a soli sei mesi dall’avvio di SPID, ad erogare un servizio di portata nazionale.

È bene ricordarlo: oggi grazie a SPID , alla collaborazione tra Ministero di giustizia e Regione Toscana e ad una visione di squadra trasversale all’amministrazione di appartenenza, gli utenti della ”Cancelleria per il cittadino” saranno davvero liberi di collegarsi in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo a qualsiasi cancelleria del territorio nazionale.