EDITORIALE

Ora un po’ di riposo, ma ci aspettano grandi novità alla ripresa

Home Riforma PA Ora un po’ di riposo, ma ci aspettano grandi novità alla ripresa

Questo 2015, che è giunto alla pausa estiva, ha portato novità importanti, alcune decisive, nel lungo percorso di ammodernamento della PA e di digitalizzazione del Paese. Ora abbiamo tutti bisogno di un po’ di riposo (e possibilmente di frescura), ma alla ripresa abbiamo in programma qualche novità davvero succosa. Ve ne accenno solo tre, ma non sono che l’antipasto…

30 Luglio 2015

C

Carlo Mochi Sismondi

Cari amici,

questo 2015, che è giunto alla pausa estiva, ha portato novità importanti, alcune decisive, nel lungo percorso di ammodernamento della PA e di digitalizzazione del Paese: dalla riforma Madia alla nuova AgID, dai piani di scuola, giustizia e sanità digitali, al tormentato iter del progetto per la Banda Ultra Larga, dal progetto di Italia login alla programmazione europea.

FORUM PA è stato come sempre testimone e palcoscenico di questi eventi e, in molti casi, ha preso parte al cambiamento con indagini, approfondimenti, momenti di confronto e di elaborazione che, in alcuni campi specifici come l’open government, la sharing economy, l’innovazione sociale, le città intelligenti, i nuovi modelli partecipativi hanno portato a visioni originali, divenute ormai sapere condiviso.

Ora abbiamo tutti bisogno di un po’ di riposo (e possibilmente di frescura), ma alla ripresa, come vi aveva annunciato Gianni Dominici nel presentare il nuovo sito, abbiamo in programma qualche novità davvero succosa. Ve ne accenno solo tre, ma non sono che l’antipasto: come prima cosa stiamo lavorando pancia a terra ad una pubblicazione che presenteremo il 22 settembre pomeriggio a Milano (siete tutti invitati, vi arriverà un save the date tra pochissimo). Sarà una sorta di “annuario” per raccontare questi straordinari mesi, ma anche per mettere a disposizione di tutti riflessioni, idee e progetti che, nella grande e varia ricchezza delle nostre proposte, rischiano altrimenti di non trovare la giusta attenzione.

La seconda novità è data dalla quarta edizione di Smart City Exhibition: #SCE2015, che è in programma a Bologna dal 14 al 16 ottobre, cambia pelle e si trasforma in un vero e proprio festival centrato sui dati e le informazioni come nuovo asset per lo sviluppo delle città. Un appuntamento con tante occasioni di incontro con i protagonisti della data revolution per un Citizen Data Festival che ospiterà panel, workshop, sessioni formative, tavoli di lavoro e incontri informali con amministratori, esperti, tecnici, aziende e tutti quelli che lavorano per trasformare i dati in una risorsa, affinché le nostre città siano sempre più vivibili e competitive. Per tre giorni quindi a Bologna saranno protagonisti i dati in tutte le loro forme: i dati prodotti dal funzionamento delle città; i dati prodotti dai sensori che costituiscono l’ossatura dell’internet delle cose ; i dati che scaturiscono dalle interazioni sui social media; i dati provenienti dai sistemi di Citizen Relationship Management; i Census Data utilizzati per la ricerca, la pianificazione delle policy e il business marketing.

Accanto alle fonti dei dati, il Citizen Data Festival metterà al centro i modelli e le piattaforme di analisi – dalla Data Driven Decision alla Big Data Analysis, dai processi di Business Intelligence ai Dashboard di monitoraggio e ai sistemi di Data Visualization – e le tecnologie: infrastrutture di trasporto dati, sistemi di data storage, piattaforme web aggregative, mobile App, sensori sempre più piccoli e performanti.

La terza novità non ve la racconto ancora: vi do solo un indizio nell’immagine qui sotto: se ci seguirete alla ripresa vi sveleremo di che stiamo parlando e perché siamo di fronte ad una evoluzione importante nella nostra storia ormai più che venticinquennale.


Save The Date


Buone vacanze a tutti quindi e arrivederci a settembre: ne vedremo delle belle!

Carlo

Su questo argomento

Sanità, Sud, Città: ecco le tre manifestazioni autunnali di FPA