Città e digitale: visioni e prospettive

Home Città e Territori Città e digitale: visioni e prospettive

Dalla voce di esperti e rappresentanti di importanti città italiane un commento sul rapporto tra città e digitale

21 Dicembre 2021

F

Redazione FPA

Photo by NeONBRAND on Unsplash - https://unsplash.com/photos/87EqZAWN-v8

Si chiude un anno di lavoro molto intenso sul tema delle città e del loro rapporto con l’innovazione e la trasformazione digitale: da un lato la community di innovatori di ICity Club, che ha coinvolto 7 comuni capoluogo (Trento, Cremona, Bergamo, Modena, Parma, Firenze e Roma Capitale), dall’altro il consueto percorso di studio e approfondimento che ci ha portato alla redazione del rapporto ICity Rank 2021, con la fotografia sullo stato di digitalizzazione dei 107 comuni capoluogo italiani. Proprio in occasione della presentazione di ICity Rank 2021, il 23 novembre scorso durante FORUM PA Città, abbiamo chiesto ad alcuni esperti e rappresentanti di importanti città italiane un commento sul rapporto tra città e digitale. Ecco cosa ci hanno detto.

Marco Baldi (Responsabile Economia e territorio Fondazione Censis): “Città digitali, dobbiamo affrontare il problema del divide e delle competenze”

Giacomo Giusti (Area studi e ricerche – Centro Studi Tagliacarne): “Il digitale per un’economia meno invasiva e città più vivibili”

Giorgio Martini (Autorità di Gestione PON Metro – Agenzia per la Coesione Territoriale): “Mettere a sistema le fonti di finanziamento per la trasformazione digitale”

Ines Seletti (Assessore a Scuola, Servizi educativi, Servizio informatica e Innovazione tecnologica, Diritto al gioco, Formazione professionale, Integrazione scolastica per minori con disabilità del Comune di Parma): “L’innovazione deve investire tutto il territorio provinciale, non solo Parma”

Giacomo Fioroni (Capo progetto “Smart City”, Servizio innovazione e servizi digitali del Comune di Trento): “Trasformazione e transizione digitale per la ripartenza del Paese”

Giacomo Angeloni (Assessore Innovazione, semplificazione, servizi demografici del Comune di Bergamo): “Non si può governare senza conoscere, dobbiamo lavorare sui dati”

Cecilia Del Re (Assessore a Urbanistica, ambiente, agricoltura urbana, turismo, fiere e congressi, innovazione tecnologica, sistemi informativi del Comune di Firenze): “Una città digitale è una città accessibile, inclusiva e sostenibile”

Alessandro Guarracino (Assessore dell’innovazione tecnologica, ambiente e politiche del mare del Comune di Cagliari): “Comunicare e semplificare i servizi digitali sono le parole chiave”

Riccardo Castrignanò (Responsabile dell’area Smart city e innovazione tecnologica del Comune di Cagliari): “Dobbiamo ripensare i servizi in chiave digital first”

Paolo Petralia Camassa (Assessore all’Innovazione del Comune di Palermo): “Semplificazione, ma anche sicurezza per una piena digitalizzazione”

Su questo argomento

Un nuovo modello di città intelligente: come utilizzare al meglio le risorse a disposizione