Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Ecco come Reggio Calabria ha aderito a SPID (e i vantaggi)

Home PA Digitale Servizi Digitali Ecco come Reggio Calabria ha aderito a SPID (e i vantaggi)

Il Comune di Reggio Calabria sarà fra le prime amministrazioni locali che al Sud aderiscono formalmente a SPID. Ecco il percorso seguito e i prossimi passi da realizzare

14 Settembre 2016

A

Agata Quattrone, assessore alla Smart City, Reggio Calabria

La Città di Reggio Calabria aderisce al Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID): è quanto stabilito dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Giuseppe Falcomatà. Con delibera di Giunta, su mia proposta, è stato infatti approvato lo schema di Convenzione con l’ Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), con la cui sottoscrizione il Comune sarà fra le prime amministrazioni locali che al Sud aderiscono formalmente a SPID.

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale permette a cittadini e imprese di accedere con un’unica identità digitale, ossia con una unica password, ai servizi online delle pubbliche amministrazioni e di quei privati che aderiranno al sistema.

Reggio Calabria ha pianificato il suo salto tecnologico adottando all’inizio di quest’anno il Piano di Informatizzazione Comunale . Il Piano, disposto dall’Assessorato Smart City, è uno strumento fondamentale che risponde alle direttive indicate dalla Riforma Madia (L. 124/2015) e che va nella direzione della trasparenza e della semplificazione delle pratiche amministrative, che in questo modo diventano più veloci ed accessibili per cittadini ed operatori. Il nuovo Piano, allineato con l’Agenda Digitale europea e nazionale, prevede l’adesione ai common services messi a disposizione da AgID (in primis SPID e PagoPA), la digitalizzazione dei procedimenti amministrativi, la razionalizzazione dell’architettura telematica, l’informatizzazione dei servizi al cittadino, la promozione della connettività e delle competenze digitali più una serie di strumenti di Open Government ed ePartecipation.

Coerentemente con il Piano Reggio Calabria ha dato di recente avvio alla Piattaforma dei Procedimenti che consentirà di presentare e gestire le istanze dei cittadini via internet in formato esclusivamente digitale.

Semplificazione, Efficienza e Trasparenza sono queste le parole chiave dell’amministrazione che hanno ispirato l’ Assessorato Smart City nella realizzazione della Piattaforma dei Procedimenti , uno strumento web pensato per rendere più semplici, veloci e sicure le relazioni tra le imprese, i professionisti, i cittadini e la pubblica amministrazione, attraverso la presentazione totalmente telematica delle istanze.

I reggini avranno come unico interlocutore la Piattaforma dei Procedimenti; un solo punto di accesso, tramite SPID, per qualsiasi procedimento amministrativo, dalle istanze legate ai servizi demografici, all’edilizia, alle attività produttive, alle segnalazioni dal territorio, all’ambiente e non solo.

Nel corso di questi mesi l’attività dell’Assessorato Smart City è stata dedicata alla realizzazione della Piattaforma web (aperta, modulare, e scalabile) che ospiterà tutti i servizi informatizzati dell’Ente. È già online il primo procedimento totalmente dematerializzato. Il Permesso di Costruire (PdC) è infatti il primo dei procedimenti della Piattaforma ad essere stato completamente re-ingegnerizzato e reso digitale in un processo che ha visto coinvolti i tecnici comunali e gli ordini professionali della città (architetti, geometri, ingegneri, ecc.), che hanno contribuito a co-progettare il servizio e lo hanno sperimentato per un periodo di prova.

Stiamo lavorando per attuare quella trasformazione digitale che rivoluzionerà nel profondo il rapporto tra cittadino e Amministrazione. Con la Piattaforma dei Procedimenti l’amministrazione digitale non è più solo una dichiarazione di intenti, ma diviene una realtà concreta. Ridurre gli scambi cartacei, semplificare e rendere standard i procedimenti con ruoli, responsabilità e tempi verificabili, non solo porterà ad un maggior livello di efficienza dei settori comunali e agevolerà il lavoro di un organico sottodimensionato ma costituirà, a tutti gli effetti, una azione di contrasto a possibili tentativi di corruzione La semplificazione amministrativa e la digitalizzazione dei servizi, infatti, consentono di ridisegnare quella pubblica amministrazione che in passato ha viaggiato, citando Raffaele Cantone , a “due velocità: una per i cittadini onesti che devono scontrarsi con una macchina amministrativa farraginosa e autoreferenziale ed una preferenziale per chi opera nell’illegalità


La novità introdotta nei mesi scorsi dal Governo e da AgID con SPID è senza dubbio un primo ma importantissimo passo concreto. Per citare l’On. Paolo Coppola (deputato PD e Presidente del Tavolo permanente per l’innovazione e l’agenda digitale alla Camera) e l’ On. Stefano Quintarelli (“padre” insieme a Coppola di SPID e Presidente del comitato di indirizzo di Agid) : SPID non è solo un’infrastruttura che va nella direzione di razionalizzare ed efficientare la macchina statale mettendo il cittadino al centro, ma costituisce un elemento fondamentale per creare sicurezza e costruire le condizioni per avere interoperabilità con servizi e applicazioni dei privati, contribuendo ad aumentare la cultura digitale in Italia

L’accesso più facile e più sicuro ai servizi pubblici digitali tramite SPID è un diritto che può veramente semplificare il processo in se stesso e agevolare l’utilizzo dei servizi da parte di cittadini e imprese. L’Amministrazione Falcomatà, per dare una risposta alla domanda di futuro, con coraggio sta investendo molto nella digitalizzazione dei servizi, che aumenteranno considerevolmente di numero nei prossimi mesi, e adesso si predispone per favorire l’accesso dei cittadini aderendo a SPID .

Con SPID, a Reggio Calabria, sarà più semplice, sicuro e veloce accedere ai servizi già online fra cui Demografici, Tassa di Soggiorno , SegnaliAmo (strumento di eParticipation per le segnalazioni dei cittadini sul territorio), Permesso di Costruire , al SIT – Sistema Informativo Territoriale, prenotare appuntamenti con i tecnici del Settore Urbanistica, iscriversi alla Refezione Scolastica , o collegarsi gratuitamente alla Rete Wifi cittadina .

Non ci sarà più bisogno di ricordare decine di password, Pin, e codici oggi necessari per utilizzare i vari servizi online: i cittadini che si doteranno di una credenziale SPID potranno con una sola password accedere sia ai primi servizi pubblici nazionali disponibili (fra cui Inps, AgCom, Camera di Commercio, Agenzia Entrate, ACI, Motorizzazione ecc) sia a quelli comunali.

I primi servizi comunali accessibili tramite SPID saranno quelli più richiesti da imprese e cittadini. A quelli già attivi si aggiungeranno nei prossimi mesi gli altri servizi dello Sportello Unico per l’Edilizia Digitale (CILA, CIL, Certificato Agibilità, SCIA, Condono, ecc.). Progressivamente tutti i servizi digitali esistenti del Comune di Reggio Calabria saranno accessibili sulla Piattaforma dei Procedimenti attraverso SPID e nuovi servizi online verranno aggiunti. Le attività tecniche per l’adozione del nuovo sistema, coordinate dal settore Pianificazione Urbana – Smart City, sono state affidate alla Re.Ca.Si. S.p.A., società in house del Comune che gestisce il sistema informativo comunale.

Le credenziali SPID sono rilasciate dai Gestori di Identità Digitale (Identity Provider) accreditati da AgID che, nel rispetto delle regole emesse dall’Agenzia, forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti. Sono già tre gli identity provider accreditati: Infocert, Poste Italiane , TIM. Cittadini e imprese possono scegliere a piacimento quale fra questi utilizzare. Per ottenere un’identità SPID, l’utente deve farne richiesta a uno degli identity provider certificati, il quale, dopo aver verificato i dati del richiedente, emette l’identità digitale rilasciando le credenziali all’utente.

È stato semplice aderire, AgID ha infatti adottato e pubblicato sul proprio sito web lo schema di convenzione con le Pubbliche Amministrazioni in qualità di fornitori di servizi in materia di Sistema Pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini e imprese. Per avviare il processo di adesione a SPID per le PA è sufficiente sottoscrivere la convenzione che contiene la dettagliata descrizione di obblighi e compiti di AgID, PA e Identity Provider. A Reggio l’Assessorato Smart City si è fatto promotore della sua approvazione in Giunta e sottoscrizione. Dal punto di vista operativo la realizzazione delle interfacce al Sistema da parte dei tecnici informatici del Comune è stata agevole grazie al supporto online di AgID che ha pubblicato le regole tecniche per l’interoperabilità e degli Identity Provider

Sul sito www.spid.gov.it sono disponibili informazioni dettagliate sul funzionamento, sulle modalità di richiesta dell’identità e sulle amministrazioni e i servizi disponibili. Per i cittadini che necessitano di assistenza è attivo, dalle 9:30 alle 16 dal lunedì a venerdì, il numero 06.82888.736. Oltre all’assistenza telefonica, i cittadini avranno la possibilità – direttamente sul sito dedicato a spid- di inoltrare le proprie domande e ricevere risposta tramite e-mail.

Crescono a 3593 le amministrazioni attive e a 3963 i servizi online accessibili con SPID. Entro il 2017 tutte le amministrazioni pubbliche italiane dovranno rendere disponibili i propri servizi online attraverso SPID e, nel tempo, anche i fornitori di servizi privati (come banche, trasporti, e-commerce) potranno aderire al sistema, aumentando il numero di servizi accessibili con la stessa password.

Nei prossimi mesi ci dedicheremo al prossimo step fondamentale alla digitalizzazione dei servizi dell’Ente: l’adesione a PagoPA per consentire a cittadini e imprese di pagare in modalità elettronica i servizi della Pubblica Amministrazione

A dicembre Reggio Calabria sarà al centro del dibattito nazionale in materia di agenda digitale. Ospiterà una giornata di confronto fra città ed esperti dell’innovazione tecnologica per definire le tendenze e i passaggi cruciali da compiere in sostegno della trasformazione digitale della PA e del Paese. Ringrazio il Sindaco Giuseppe Falcomatà per il modo in cui fa da impulso all’attività dell’assessorato perseguendo l’obiettivo del miglioramento del rapporto con i cittadini, dello snellimento delle procedure e della correttezza amministrativa avvalendosi degli strumenti digitali; il Dirigente e lo Staff tecnico che hanno con competenza guidato i passi operativi; i cittadini ed i Media che hanno avvicinato con interesse questi primi passi dell’Amministrazione verso la Smart City

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione